PISCOLOGIA TENDENZE

Haters… Che passione! Tu non lo sai, ma più mi odi, più mi ami.

Da tempo continuavo a sentire questa parola Haters, ma non riuscivo a capirne il significato. Un giorno per caso vedo mio fratello minore attaccato al computer a sghignazzare insieme a degli amici e … mi viene spontaneo: «sapete per caso chi sono gli Haters?». Sorridendo mi rispondono: «Gli Haters sono quelli a cui non sta mai bene un… tubo!»
Bene, dopo questa spiegazione dettagliata forse è meglio che mi informo. Su Google ci sono tantissimi link di forum e discussioni su questo argomento. Alcuni li chiamano “i bulli di quartiere dei social” altri, invece, si riferiscono a loro come

persone complessate. Che non hanno mai avuto amici nella vita e che per sentirsi “qualcuno” si nutrono del bisogno e infangare il prossimo

blame-game.jpgDecido di iscrivermi in uno di questi forum e domando:
“Per quale motivo una persona dovrebbe parlare male di una persona che nemmeno conosce?” Subito ricevo tantissime risposte, perlopiù di persone che vengono bullizzate.

Gli haters fanno proprio del bullismo, si chiama ”cyberbullismo”, ovvero atti aggressivi e molesti compiti tramite strumenti telematici. Ricordiamoci che il cyberbullismo, così come il bullismo, possono essere perseguiti penalmente.

Si può configurare il reato di diffamazione, art. 595 c.p., a cui si associa il reato “atti persecutori” ex art. 612 bis c.p. La normativa vigente prevede pene severe e si può arrivare anche a 5 anni di reclusione.
Se qualcosa non gli va bene cominciano ad aizzare amici e parenti contro quella persona che odiano. E si divertono, sentendosi potenti.
Chi è effettivamente un hater? In quali tipi di persone si può nascondere?
Durante la mia ricerca e ascoltando le esperienze di altre persone, ho capito che l’hater può essere chiunque. Ebbene sì: dal bambino che non ha mai dato problemi, all’adulto che dà sfogo alla sua insoddisfazione. A questi si aggiunge anche la presunta amica carina e disponibile, che da dietro un computer scredita le persone per puro diletto.

1463141442997.jpg

Nel Web l’hater può celarsi dietro l’amico più insospettabile. Persone profondamente frustrate che cercano sfogo nel “demolire” il prossimo a maleparole e infamie, che presi dalla foga della rabbia non si rendono conto di ottenere l’effetto boomerang. Il bello è che mentre giocano a screditare qualcuno non si rendono conto invece di regalare della sana pubblicità alla loro “vittima”.

Vivono di una realtà distorta e quasi mai obiettiva.
C’è una domanda che mi assilla, perché si divertono a rovinare la vita degli altri?
I motivi che spingono una persona a diventare hater sono diversi e non è semplice individuarli.
Il profilo dell’hater tipo è una persona “banale”, subdola, che invita la vittima ad interagire seguendo un suo schema mentale.

C’è un modo per sconfiggerli usando logica e pazienza. Come lo scacchista prevede le mosse del suo avversario, voi dovrete prevedere i loro prossimi passi, in modo tale da costringerli a desistere velocemente.

L’importante è non cadere nelle loro provocazioni, dovete essere lucidi.
Ricordatevi che il colpo di grazia è

L’indifferenza!

Probabilmente c’è chi continuerà all’infinito, pur essendo ignorato, ma come dice il detto: “lasciamoli cuocere nel loro brodo”.

www.composureonline.com composureitalia composure italy magazine on line rivista italia lifestyle moda beauty jpotter1826 jessica c potter composure news blogger mamme bambini genitori aTi è piaciuto questo articolo? Faccelo sapere commentando nel “box risposta” che trovi proprio qui sotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...