INTERVISTE MAMME

Mamma di Matilde, e di tre gemelli. Quattro bastano? L’intervista a Beatrice, la Super Mamma

3Abbiamo passato una meravigliosa giornata insieme a Beatrice, Marco e ai loro quattro figli.
Matilde (10 anni), e Adele, Dalila e Alessandro (5 anni).
Tra popcorn, peluche, “cuscinate” e happymeal, ci siamo fatti raccontare da Beatrice cosa significa sentirsi dire all’improvviso, «Congratulazioni signora, sono tre!»

Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.png10715732_10152837220410695_1298496097_n
Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.png
Beatrice (42) e Marco (47) , si erano sposati da poco. Subito dopo è arrivata Matilde, e la loro famiglia cominciava a prendere forma. Una bellissima casa sulle colline di Firenze, un bel lavoro a tempo indeterminato, un meraviglioso team di nonni e zii a corredo. Poco da invidiare a quella del Mulino Bianco insomma.
Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.png

Schermata 2017-04-04 alle 22.39.03
Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.png
A distanza di 5 anni, Beatrice e Marco decidono di allargare la famiglia, e tentano per il secondo. Un primo tentativo, purtroppo non andato a buon fine,  non riesce a scoraggiare la coppia che ci riprova di nuovo. Stavolta, indubbiamente, ci sono riusciti. Un parto trigemellare, senza alcun tipo di cura ormonale e nessun caso di gemelli in famiglia.

Schermata 2017-04-04 alle 22.42.55.png

Il giorno dell’ecografia, quando il medico ha pronunciato quel numero, 3, cosa hai provato?
Venivamo da una prima ecografia, dove ci avevano detto che erano due. Già eravamo abbastanza scioccati dalla notizia, ma comunque sarebbe stata “gestibile”.
Era solo un controllo, di routine, dopo poche settimane.
Incredulità, panico. Credevo che il ginecologo scherzasse. C’era confidenza tra noi, era il medico di famiglia, quello che mi ha accompagnato durante la gravidanza di Matilde, credevo davvero che stesse scherzando. Quando ho visto la sua faccia che azzardava un sorriso semiserio, e mi ha detto «guarda» riferendosi allo schermo dell’eco, si è fermato il mondo. Il mio mondo. Crollato. All’improvviso. Tutte le mie certezze, le mie ambizioni e sogni, non sapevo dove sarebbero andati a finire.  Incredibile come quella che dovrebbe essere una bella notizia, in realtà ti destabilizza completamente.
Avevamo già Matilde, + 3, fanno 4.
Ripensando alla disperazione di allora, adesso, sorrido.
Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.png

Schermata 2017-04-04 alle 22.37.50
Adele

Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.pngCome hai dato la notizia a Marco?
Gliel’ho detto e basta, senza tanti giri di parole. Siamo stati letteralmente un mese senza parlare. Da lì a poco l’idea ha cominciato a piacerci. Marco è stato la mia ancora di salvezza, con il suo ottimismo e forza d’animo. Un carattere molto più semplice del mio. E’ stato lui a placare tutti i miei dubbi e incertezze durante le innumerevoli notti insonni.

IMG_8579.JPG
Marco, Beatrice, Matilde, Dalila, Adele e Alessandro nel giorno del battesimo dei gemelli

Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.png

Qual’è stato l’aspetto più difficile da gestire?
Tutti, dal primo all’ultimo. Abbiamo dovuto cambiare casa, la nostra tanto amata casa! (non ci entravamo più).
Abbiamo dovuto avvicinarci ai nonni, abbiamo cambiato macchina, abitudini di vita, e io ho dovuto rinunciare al lavoro, ma il problema più grosso per noi era dover far affrontare a Matilde questi cambi drastici di vita.

Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.png

Schermata 2017-04-04 alle 22.34.54Dalila

Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.png

Come ha reagito Matilde all’avvento dei tre nuovi arrivi?
Eravamo molto preoccupati. Siamo sempre stati iper protettivi nei suoi confronti, e da perfetta figlia unica è sempre stata straviziata da tutta la famiglia. Le dissi che era stata bravissima, e per questo la “fatina” le aveva mandato tre fratellini. Perché se li meritava. Prima che nascessero, avevo preparato per lei una medaglia con su scritto “per la nostra sorella maggiore“. Le dissi che era un regalo dei suoi fratellini. Il giorno in cui sono nati Adele, Dalila e Alessandro, il 19 Gennaio 2012, Matilde venne in ospedale. Le diedi la medaglia, lei guardò me, guardò i piccoli e disse. Tre??? Si inizia bene mamma, mi piacciono!

Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.png

Schermata 2017-04-04 alle 22.40.24.pngMatilde & Beatrice

Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.png

Come vi siete organizzati i primi tempi?
Fortunatamente siamo una famiglia numerosa, e molto, molto collaborativa. Sia i miei genitori che quelli di Marco, e i nostri rispettivi fratelli con le loro famiglie, ci hanno letteralmente salvati.  Ovviamente abbiamo dovuto assumere anche una persona a tempo pieno per darci una mano in casa.

Quanto ha inciso a livello economico l’arrivo dei 3 piccoli?
Se consideri che si parla di un 3+1, oltre alle abitudini è anche un cambio di tenore di vita. Passeggini, pannolini, salviette, pappe, asilo, scuola, vestiti, il tutto moltiplicato per 4, sommati anche allo stipendio della tata. Le rinunce sono state e continuano ad essere non indifferenti. Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.png

Schermata 2017-04-04 alle 22.36.11Alessandro

Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.png

Avete ricevuto agevolazioni economiche o bonus per la gestione dei gemelli? 
Assolutamente no! Niente di niente. Nè da parte delle scuole, nè dai medici, nè da alcun tipo di Ente. Una vergogna! Addirittura all’inizio eravamo talmente un “caso umano” che ci intervistavano continuamente a giornali, radio, addirittura siamo stati 5 volte da Mara Venier alla Vita in Diretta. Nemmeno un pannolino, o minimo riconoscimento neanche da loro. Tant’è che abbiamo smesso di andarci nonostante gli inviti continuassero ad arrivare. Ci rimettevo più di parrucchiere che altro. (ride)

Qual’è stata la rinuncia più dolorosa?
Sicuramente le vacanze. In Italia si ferma tutto alla formula “con due figli”.
Se ne hai 3, o 4, qualsiasi albergo o struttura di villeggiatura raddoppia i prezzi. Assurda la speculazione anche per le mense scolastiche e visite mediche di routine. Il problema è che più crescono e più aumentano le spese, da quelle di tutti i giorni a quelle per i vari dentisti, oculisti, nonché quelle per le attività sportive, ludiche, etc..

Schermata 2017-04-04 alle 22.36.40.pngMatilde

Superati i problemi, parlaci invece delle soddisfazioni di essere quello che indubbiamente siete, dei super genitori?
Adesso, che tutto ha ripreso forma, siamo la famiglia più felice del mondo. Vederli crescere insieme è un privilegio per pochi.
Siamo stati per tanto tempo un’attrazione in ogni luogo pubblico in cui andavamo. Quando ti vedono con un passeggino a 3 la gente ti ferma continuamente. Chi ti invidia, chi ti tempesta di domande, altri ci guardavano con pietà, spesso ci siamo sentiti dire «poveracci»! Puntualmente rispondevo: «voi, poverini, non sapete cosa vi perdete».
Una volta in centro a Firenze ci siamo imbattuti in una gita di giapponesi, tanti giapponesi! Erano intenti a fotografare il Duomo, quando ci hanno visto, in un nanosecondo ci siamo letteralmente ritrovati sommersi da macchine fotografiche e flash, tutti in posa a far foto con i piccoli.

Adesso, guardandoti indietro, cosa porti con te, e cosa lasci invece?
Lascio la paura, il panico e il terrore di non essere all’altezza. Ripenso a quei momenti, a quando li maledicevo, e a quanto adesso invece lo rifarei altre mille volte.
E’ stata dura, ma ce l’abbiamo fatta. L’amore che provo per i miei figli e Marco, ha ripagato tutti i sacrifici.
Adesso nel tempo libero, cioè, nel poco tempo libero, mi diletto nell’aiutare mamme che come me stanno vivendo questa esperienza, tanto “forte” quanto meravigliosa.
Piccoli consigli, dritte, che possono aiutare nella gestione dei gemelli. Provare per credere!Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.png

Schermata 2017-04-04 alle 22.42.41.png

Schermata 2017-03-31 alle 02.49.13.pngIn questo video un’intervista di Beatrice e Marco a la Vita in Diretta nel giorno del battesimo di Adele Dalila e Alessandro

Schermata 2017-04-05 alle 00.26.43.png

schermata-2017-03-25-alle-00-54-201.png

Ti è piaciuto questo articolo? Beatrice si è resa disponibile nei confronti dei lettori di COMPOSURE a rispondere a domande e richieste di consigli delle mamme.
Commentate nel box risposta qui sotto, Beatrice vi risponderà direttamente.

 

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...