MAMME SALUTE | BENESSERE

Riflessologia plantare sui Bambini

La Riflessologia è una tecnica mediante la quale è possibile ristabilire un equilibrio energetico e fisiologico del corpo, servendosi di un particolare tipo di massaggio che, attraverso la stimolazione e compressione di specifici punti di riflesso, relazionati energicamente con organi e apparati, consente di esercitare un’azione preventiva e d’intervento su eventuali squilibri dell’organismo.

baby-1178539_1920.jpg

Nel nostro caso, gli strumenti di lettura e trattamento sono i piedi, poiché sono sedi di una grande quantità di terminazioni nevose e sarebbero anche le parti anatomiche più adatte a riflettere (proprio in virtù di queste terminazioni) tutte le parti del corpo.

Un trattamento di riflessologia consiste nell’effettuare pressioni, sfioramenti, accarezzamenti di determinati punti ed è perfetto per far calmare i bambini che sono estremamente recettivi rispetto agli adulti in quanto sono più ricettivi al contatto fisico in generale.

Possiamo iniziare a utilizzare la riflessologia plantare fin dalla nascita, per favorire l’eliminazione dello stress da parto ed eventuali traumi afferenti al periodo di gestazione, come ci insegna il padre della Tecnica Metamorfica, Robert St. Jhon, o più semplicemente per alleviare la tensione in caso di coliche addominali, molto frequenti nei primi mesi di vita.

Una zona importantissima da trattare nei neonati, ma non solo, è l’interno di entrambi i piedi, che rappresenta l’area riflessa della colonna dove in corrispondenza dell’alluce, troviamo la testa.

baby-560890_1920.jpg

In generale bisogna tenere in considerazione i seguenti aspetti:

  • utilizzare una pressione delicata ma superiore allo sfioramento.
  • se il bambino ritrae con energia il piede e vi fa capire che non vuole essere toccato meglio lasciar stare e provare più tardi. Mai insistere o eseguire la stimolazione a forza.
  • Bisogna evitare la riflessologia in caso di febbre o lesioni a livello del piedino.

Quali sono i momenti migliori per effettuare un trattamento?

  • mentre il bambino dorme
  • se si tratta di un neonato, mentre mangia, a patto che non cambi nulla nella poppata
  • durante il massaggio infantile
  • mentre viene cambiato
  • durante il bagnetto

Ai bimbi al di sotto dei due anni, saranno i genitori a massaggiare i loro piedini; il riflessologo mostrerà loro in che modo trattare le varie zone del piede, rispettando in questo modo il rapporto di interdipendenza genitore/figlio. Per quanto riguarda i bimbi più grandicelli, le prime sedute si svolgeranno in presenza di un genitore in modo da avere il tempo per far nascere un rapporto di fiducia, e successivamente sarà possibile lasciare il bambino in totale autonomia e libertà di esprimersi durante il trattamento.

schermata-2017-03-25-alle-00-54-201.png
Ti è piaciuto questo articolo? Faccelo sapere commentando nel “box risposta” che trovi proprio qui sotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...